stoner

John Williams, Stoner [Fazi Editore, 2012]

Non ho ancora ben chiaro se Stoner di John Williams (Clarksville, 22 agosto 1922 – Fayetteville, 3 marzo 1994) mi è piaciuto molto o il giusto. Sta di fatto che è un libro dal quale è difficile staccarsi in modo indifferente…La storia è avvincente nella sua semplicità: William Stoner -contadinotto nato a cavallo fra il 1800 ed il 1900- trova nello studio e quindi nell’insegnamento nell’Università del Missouri un riscatto umano che gli è negato prima dalla sua famiglia d’origine (madre e padre contadini), quindi dalla famiglia che costruisce con la bella quanto complessa Edith.

È la storia semplice di un antieroe e della sua infelice felicità, della melanconica fatica di vivere senza cercare di capire il mondo: perché soltanto questo è il desiderio di Stoner, vivere la sua vita senza troppe pretese, senza troppe illusioni.

Una cosa mi pare chiara: cominciato a leggerlo non si riesce a smettere finché non si arriva all’ultima pagina, quando letta la parola fine c’è tutto il tempo per pensare e ripensare agli avvenimenti che hanno movimentato la vita del povero Bill Stoner.

Published by

Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Una risposta a "John Williams, Stoner [Fazi Editore, 2012]"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.