Iniziano i playoff (un po’ italiani) NBA 2019

Cominciano stasera (italiana) i playoff NBA 2019 che parlano anche italiano, grazie a Marco Belinelli (S. Antonio Spurs) e Danilo Gallinari (Los Angeles Clippers). Questo il tabellone:

Eastern Conference
(1) Milwaukee vs (8) Detroit
(2) Toronto vs (7) Orlando
(3) Philadelphia vs (6) Brooklyn
(4) Boston vs (5) Indiana

Western Conference
(1) Golden State vs (8) LA Clippers
(2) Denver vs (7) San Antonio
(3) Portland vs (6) Oklahoma City
(4) Houston vs (5) Utah

I grandi delusi sono sicuramente i Los Angeles Lakers di LeBron James (per la prima volta assente dall’ultimo atto della stagione, la più tormentata considerati i 18 turni di stop per infortunio). E sono già cadute le prime teste (quella del presidente Magic Johnson e del coach Luke Walton).

Ma sono i playoff delle grandi sorprese:
1- i Milwakee Bucks iniziano come primi della classe (60-22) ed un Giannis Antetokoumpo stellare (non sarà MVP perché le cifre di James Harden, per 9 volte con più di 50 punti in stagione!, sono migliori): tolto questo, l’Est continua ad essere più indietro rispetto le franchigie dell’Ovest (5 su 8 hanno più di 50 vittorie, contro le 3 su 8 dell’Est).
2- i Denver Nuggets hanno a lungo messo tutti in fila ad Ovest, grazie ad un ottimo gioco di squadra e ad un lungo che gioca da playmaker, Nikola Jokic.
3. i Warriors, nonostante 5 all-stars (Curry, Thompson, Durant, Cousins e Green), non sembrano irresistibili come dovrebbero esserlo sulla carta e rischiano di essere già subito preda di una squadra imprevedibile come i Clippers.
4. grande sorpresa è Luka Doncic, che non parteciperà ai playoff ma ha giocato da grande veterano nonostante i 19 anni.

Poi ci sono le schegge impazzite:
– i Toronto Raptors rifondati e con Kahwi Leonard semplicemente complementare a Siakam Pakal
– i Philadelphia 76ers di Embiid e Simmons, ma anche di Butler e Harris (a mio avviso una sera candidata se troverà continuità)
– gli Houston Rocketts di James e Capela
– senza dimenticare Utah Jazz e San Antonio Spurs, da non sottovalutare … mai!

E sarà il primo anno senza due grandi campioni: Dwayne Wade e Dirk Nowitski: ci hanno fatto di vertire, hanno vinto, hanno giocato per lo spettacolo e per la concretezza.
I love this game: che lo spettacolo cominci!

Published by

Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.