Letture di un anno (2020)

Grazie o anche a causa della mia collaborazione con Mangialibri, anche quest’anno ho potuto leggere più di cinquanta libri, di diverso tipo, tenore, natura e spessore.

Continua a leggere

Un anno di juventus (2020)

Andando via della Juventus, Massimiliano Allegri aveva dichiarato che dopo di lui la squadra era da riformare. E non aveva tutti i torti, visti i limiti dimostrati dalla gestione di Maurizio Sarri e dalle enormi incertezze di mercato di Paratici (acquisti e cessioni [Joao Cancelo, Emre Can e Moise Kean su tutti]).

Continua a leggere

Appunti per la Legge di Bilancio 2021: poche cose per la scuola (e pure confuse)

Sarà una legge di Bilancio molto magra per la Scuola.
Non debbono trarre in inganno le promesse di stabilizzazioni (25 mila docenti di sostegno e 1000 assistenti tecnici per le scuole del primo ciclo): infatti si tratta di due provvedimenti che non solo non risolvono i problemi di organico attualmente esistenti, tanto che sono oltre 50mila all’anno i posti autorizzati in deroga (da oramai 5 anni!), ma non consentono neppure di ridurre il numero di alunni per classe favorendo il distanziamento fisico tanto richiesto. Serviva uno sforzo per ampliare innanzitutto gli organici (dal posto comune, agli educatori, agli ATA), con notevoli investimenti anche nelle strutture (aumento dei locali e degli spazi) per ospitare classi meno numerose.

Continua a leggere

Uccideresti l’uomo grasso? di David Edmonds [Cortina 2014]

Siamo tutti incappati nella vita in situazioni tali da richiedere una decisione immediata. Poi però esistono situazioni estreme che mettono a dura prova la nostra capacità di giudizio, più che di sangue freddo. Forse perché molto spesso non valutiamo fino in fondo le conseguenze delle nostre singole scelte.

Continua a leggere

La tredicesima cattedra, di Franco Cordero [La nave di Teseo 2020]

Non ci ha messo molto il professore a cedere alle lusinghe di Melchior: concorrere per una cattedra, la tredicesima e ultima, nel prestigioso Collegio della Rocca di Monteferro. È una occasione unica e irripetibile, ma si tratta di sparire dalla vita quotidiana, ricostruirsi un’identità e dedicarsi finalmente alla ricerca, al piacere della lettura, al piacere della speculazione.

Continua a leggere

Confindustria, che vergogna!

Nel giro di poche ore prima con un presidente regionale dell’associazione Regionale (Guzzini) poi con il direttore de Il Sole24ore (Tamburini) ospite su Rai2 in una discussione sulle Pubbliche Amministrazioni (presente la Ministra Fabiana Dadone), Confindustria ha chiarito bene il suo punto di vista sulla pandemia da covid: il profitto del capitale prima di tutto, anche della salute.

Continua a leggere

A scuola a tutti i costi?

La flessione della curva dei contagi sta stuzzicando la fantasia dei politici che esercitano i loro equilibri sulla Scuola, come sempre. Prima cercano la ricetta magica per poter risolvere i problemi della didattica a distanza, ognuno con una soluzione; adesso invece si sta giocando a fare rientrare tutti, superiori comprese, il 14 dicembre per battere un colpo verso la normalità.

Si tratterebbe di una comparsa simbolica per dimostrare che è necessario ripartire. E su questo siamo d’accordo. Cosa non convince?

Continua a leggere

Il passo breve delle cose

Ascolta il passo breve delle cose
-assai più breve delle tue finestre-
quel respiro che esce dal tuo sguardo
chiama un nome immediato: la tua donna.

È fatta di ombre e ciclamini,
ti chiede il tuo mistero
e tu non lo sai dare.

Con le mani
sfiori profili di una lunga serie di segni
che si chiamano rime.

Sotto, credi,
c’è presenza vera di foglie;
un incredibile cammino
che diventa una meta di coraggio.

Alda Merini

Quei voti che disegnano classifiche: aboliamoli!

Il ritorno al giudizio discorsivo nella Scuola Primaria con l’accantonamento del voto numerico è una buona norma (L. 41/2020): si ripristina una situazione precedente al ministero di Mariastella Gelmini, con l’obiettivo di rendere la valutazione degli alunni un percorso e non una classifica.

Continua a leggere