mondoscuola

Il Ministero perde l’esperto: epurato Max Bruschi

Ci lascia l'uomo perennemente ovunque perché non lo si può lasciare troppo in un posto. Della partenza dell'esperto di politiche scolastiche dovremo farcene una ragione: ma non ci mancheranno i suoi bizantinismi e l'egocentrismo smoderato

Tecnicamente si chiama spoil system e si tratta del momento in cui insediato un nuovo capo, uomo o donna che sia, nel nostro caso, allora si fa pulizia delle cariche inutili, cioè di quelle di fiducia del capo precedente. Una sorta di linea di discontinuità o desiderio di cambiamento per evitare di essere messi in ombra o per relegare l’epurato nel limbo della damnatio memoriae.

Nel caso del Ministero dell’Istruzione il nuovo ministro Bianchi ha già fatto una prima scelta pesante, ovvero quella di congedare Marco (detto Max) Bruschi, capo dipartimento del ministero Azzolina, vicino a troppe forze politiche ma non alla sua, per poter virare sull’usato conosciuto, ovvero l’attuale direttore generale dell’USR Emilia Romagna, Stefano Versari.

Su Versari potremo dire dopo che avrà cominciato ad operare, benché abbiamo imparato a conoscerlo per le sue competenze sul campo in Emilia Romagna, dove ha anche gestito la ripartenza dopo il terremoto tragico del 2012: spesso ha scritto lunghe ed intricate note interpretative, a volte discutibili, ma non si può dire che non sia un “uomo di scuola”. Chiaro l’intento di Bianchi di affiancarsi di una persona fidata con la quale ha già interloquito a livello territoriale. Vedremo.

Invece della partenza di Marco Bruschi dovremo farcene una ragione: finisce l’epoca delle circolari autocelebrative, dottamente infarcite di richiami, di “ovviamente”, di exergo e explicit pretenziosi e stentorei. Soprattutto potremo fare a meno di un esperto di politiche scolastiche che, curriculum alla mano, non risulta aver vinto nessun concorso se non essere stato piazzato qua e là per chiara fama di cosa, chissà …

Ci lascia l’uomo perennemente ovunque perché non lo si può lasciare troppo in un posto: è servito alla disfunzionale Azzolina per colmare il vuoto del nulla, con la sua arroganza e saccenza, incapace di confrontarsi con altri che con se stesso: le sue convocazioni di informative e/o di confronto sono sempre state un “la legge non lo permette”, “non possiamo”, “sarebbe interessante se si potesse”… ovvero disponibilità alla concertazione e al buon senso. Salvo poi bearsi nelle “sue” interpretazioni … Terribili quelle (non richieste) della DDI, volte a stravolgere anche le regole contrattuali: aveva deciso di fare la banca ore, e allora si faccia … con una nota di una circolare, cioè con qualcosa che non assurge neanche al rango di sottospecie di norma, il piccolo Napoleone di Trastevere ha provato a creare un mondo a sua immagine e somiglianza. Per fortuna non c’è riuscito.
Voglio dire: quando si dialoga i sindacati lo si fa per trovare un accordo, non per dare l’informativa. Quella la cerco su WikiPedia …

Poi però se si vogliono informazioni ed interpretazioni basta andare sulla sua pagina Facebook, dove disintermediandosi prova a convincere i lettori (acuti, acutissimi) che nelle sue noterelle c’è il Sacro del Testo … quando però la domanda si fa calzane e tecnica ecco il calcio d’angolo: “Perché abbiamo chiesto di segnalare, per intervenire…” Quindi si lancia la Bibbia e quando si capisce che vale poco meno del Corriere dei Piccoli si raccolgono i cocci e si lascia tutti nel dubbio dell’indecisione. Il capolavoro è nelle FAQ alla costituzione delle GPS: lì tutte le regole saltano, tutto diventa possibile!

Non ci mancherà, benché si sa che personaggi così, esperti così, andranno a fare danni altrove.


ci sto lavorando!
Successo! sei dei nostri

0 commenti su “Il Ministero perde l’esperto: epurato Max Bruschi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: