Diario della Quarantena /40 – due risposte su didattica a distanza e pedagogia aperta

la situazione che stiamo vivendo pone alcuni interrogativi essenziali, che ci possono permettere di ripensare radicalmente la formazione. Per esempio è possibile immaginare una formazione svincolata dalla tirannia del programma e più attenta a creare le condizioni per una riflessione critica comune e permanente sulla realtà?

Diario della Quarantena /39 – Rapporto Istat su disponibilità di strumenti e ambienti di studio in epoca di didattica digitale

La ricerca ISTAT evidenzia ulteriori aspetti della povertà educativa. Secondo la FLC CGIL, si conferma la necessità di investire in istruzione.

Diario della Quarantena /28 – i pilastri del diritto digitale

Che fine fa la gestione dei nostri dati? come sono gestiti nel rispetto della privacy? In un articolo su Il Manifesto di oggi sono presentati i 5 pilatri del diritto digitale

Diario della Quarantena /24 – dove e perché ha fallito il sistema sanitario lombardo

Bertolaso e non Gino Strada. Tagli continui alla sanità pubblica a favore della sanità privata. Sono eroi perché hanno resistito ai soprusi di una politica arraffona. E intanto il sistema va al collasso ...

Diario della Quarantena /12 – pandemia e servizio sanitario pubblico

In diversi paesi si continua a vivere come nulla fosse. La tensione tra diritto alla salute ed economia è all’origine dei due diversi approcci nella gestione della crisi. Solo l’onda d’urto del Covid-19 ha fatto capire il valore del Ssn, bene comune che il mondo ci invidia.

Uscite, leggete un libro

Approfittate di queste giornate per fare delle passeggiate, per leggere un buon libro, non c’è alcun motivo – se state bene – di restare chiusi in casa. Non c’è alcun motivo per prendere d’assalto i supermercati e le farmacie, le mascherine lasciatele a chi è malato, servono solo a loro.

Politici kamikaze

Lorenzo Fioramonti si è rivelato l'uomo giusto al posto sbagliato, soprattutto non si è dimostrato affatto un politico: la totale assenza di una qualunque strategia l'ha mandato in pasto alla macchina politica che l'ha masticato e sputato via in un amen ...

Testate nucleari 

L'Iran, dopo l’assassinio del generale Soleimani ordinato da Trump, minaccia di non accettare più i limiti per l’arricchimento dell’uranio previsti dall’accordo stipulato nel 2015 con il Gruppo 5+1, ossia i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’Onu (Usa, Francia, Regno Unito, Russia, Cina) più la Germania. Quali saranno le conseguenze?

Mi mancano le conclusioni

Io vorrei, vorrei davvero che i dispiaceri scaduti, le persone sbagliate, le risposte che non ho dato, i debiti contratti senza bisogno, le piccole meschinità che mi hanno avvelenato il fegato, tutte le cose a cui ancora penso, le storie d'amore soprattutto, sparissero dalla mia testa e non si facessero più vedere, ma sono pieno di strascichi, di fantasmi disoccupati che vengono spesso a trovarmi.

Siamo un Paese ignorante

Siamo una società ignorante. E non ce ne vergogniamo. Anzi, ce ne vantiamo pure, come se la cultura fosse roba da signorotti, da élite, da professoroni. E invece siamo il Paese più ignorante d’Europa, dopo la Romania. Nella popolazione tra i 15 e i 64 anni solo il 16,5 per cento ha un titolo di … Continua a leggere Siamo un Paese ignorante

25 aprile in un pensiero

Una frase, una riflessione, una dichiarazione d’amore per il 25 Aprile: lo abbiamo chiesto a Fabrizio Gifuni, Giorgio Benvenuto, Sabrina Ferilli, Maurizio Landini, Luciano Canfora, Sebastiano Secci, Dacia Maraini

25 aprile, l’appello di Luciano Canfora: “Il fascismo non è morto, andiamo in piazza”

25 aprile Festa della Liberazione, lo storico Luciano Canfora evoca l'importanza delle manifestazioni pubbliche: "È la data più importante della metà del Novecento. Ma non è mai stata accettata da una parte del Paese. Ed è la prova provata che il problema è ancora aperto"

Cosa e chi troveremo al Salone del Libro di Torino

È stata presentata ieri la XXXII edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino. Il gioco del mondo (dal 9 al 13 maggio). Il programma ufficiale è on line.  Nicola Lagioia, in via non ufficiale e incompleta ha provato a dare un’idea di ciò che si troverà nel minor spazio possibile.