Il nuovo anno rischia di partire all’insegna dell’improvvisazione e del disagio per lavoratori e alunni

Durante l’incontro di oggi col Ministero dell’Istruzione è stato riferito che la funzione dell’organico d’emergenza aggiuntivo è quello di andare incontro a situazioni di disagio per poter definire le quote di adeguamento.

Ma non può essere così: l’organico aggiuntivo definito dal DL Rilancio è, come vuole la norma, aggiuntivo rispetto alle richieste normalmente accordate di adeguamento alla situazione di fatto, perché ha come obiettivo specifico, in questo momento segnato dalla crisi pandemica e dalle difficoltà della ripresa, quello di permettere lo sdoppiamento delle classi e di garantire igienizzazione dei locali con maggiore frequenza, utilizzare più spazi, gestire più gruppi classe.

Continua a leggere “Il nuovo anno rischia di partire all’insegna dell’improvvisazione e del disagio per lavoratori e alunni”

Diario della Quarantena /46 – tempo delle scelte

“Passerà la tempesta, il genere umano sopravviverà, molti di noi saranno ancora qui, ma vivremo in un mondo diverso.”
Inizia così un articolo dello storico Yuval Noah Harari sul Financial Times (poi ripreso da molte testate italiane, fra cui Internazionale), con quale si sviluppano una serie di riflessioni sull’importanza delle scelte che siamo chiamati a fare in questo momento, con una certa rapidità, ma che inevitabilmente avranno un notevole impatto anche a lungo termine.

Continua a leggere “Diario della Quarantena /46 – tempo delle scelte”

Di Maio dice sciocchezze. Il mio stipendio pagato dagli iscritti

“Sui privilegi dei sindacalisti Di Maio dice sciocchezze. Noi siamo pagati dagli iscritti, il mio stipendio non lo pago con i soldi pubblici, ma con i soldi degli iscritti che versano l’1% in un fondo”.

https://static.la7.it/embedded/la7?&tid=player&content=264553&title=maurizio-landini-la-mia-retribuzione-e-pubblica-%C3%A8-di-3700-euro-netti-al-mese-28-02-2019-264553

Il segretario generale della Cgil Maurizio Landini interviene a Otto e mezzo, il programma di Lilli Gruber in onda su La7 e risponde così dalle accuse del vicepremier Di Maio sui “privilegi dei sindacalisti”.

“La mia busta paga è pubblica, come segretario generale, dovrebbe essere secondo il nostro regolamento di 3700 euro netti”.

Festa del lavoro - Quarto-Stato (1901)

Dove eravamo? Sul pezzo

Quando non ci sono armi nei contenuti, si passa allora al dileggio, alla menzogna, alla farsa.
Ma a questo mondo di fake news non dobbiamo cedere e con forza dobbiamo rivendicare e riportare con i fatti la verità a galla.

Il piccolo Gerarca cinguetta così …

Al netto della manomissione della verità (il post non è mai stato pubblicato) stridono i commenti di pancia di quelli che seguono l’onda dell’ignoranza e del malpancismo per attaccare strumentalmente il sindacato ..

Forse sarebbe opportuno ricordare a tutti questi cosa è stata la CGIL in questi anni …

Sono mesi ormai che sui social, a ogni presa di posizione sui provvedimenti del governo o su fatti di cronaca, i profili ufficiali della Cgil così come quelli di dirigenti, iscritti e simpatizzanti, vengono sommersi dai “dove eravate” e conditi dal solito frasario livido e violento. Dove eravate mentre approvavano la Fornero, mentre toglievano l’articolo 18? Dove eravate mentre smantellavano i diritti dei lavoratori? Invece di occuparvi degli immigrati sareste dovuti scendere in piazza contro il Jobs Act. E via così. Capita pure di venire improvvidamente accusati di averli votati quei provvedimenti, più spesso di non avere fatto nulla per fermarli.

segue su Rassegna.it

massimiliano de conca al IV congresso FLC CGIL

Conoscenza e Costituzione: l’unico binomio possibile

Con l’elezione dell’Assemblea Generale e la conferma di Francesco Sinopoli come segretario generale nazionale, la FLC CGIL è pronta per nuove sfide e nuove battaglie.

Così si è chiuso il IV Congresso della FLC CGIL (17-19 dicembre, a Colli del Tronto), ricco di spunti e di riflessioni, fatto di bilanci e programmazioni di ripartenze, disegnato nelle coordinate della conoscenza e della costituzione.

Nel sito dedicato al congresso troverete tutte le web-cronache, con video e audio integrali di tutti gli interventi, di seguito il testo del mio contributo.

Continua a leggere “Conoscenza e Costituzione: l’unico binomio possibile”

I partiti liquidi e la fine della rappresentatività

Le elezioni politiche in Francia, con la vittoria di E. Macron, ci lanciano più di un messaggio chiaro ed inconfondibile sui valori e le idee degli elettori di oggi, sulla consistenza dei partiti politici (oramai ridotti a partiti liquidi) e sulla rappresentanza dei bisogni dei cittadini. Continua a leggere “I partiti liquidi e la fine della rappresentatività”