Sognai la neve bruciare, di Antonio Skármeta [Marotta&Cafiero, 2021]

Quando sale sul treno per Santiago, Arturito ha due chiodi fissi: diventare un grande giocatore di calcio e perdere la verginità. È giovane, poco più che adolescente, lascia una terra che non gli appartiene; lascia un nonno che vorrebbe che del nipote si raccontassero le gesta di un vero uomo, uno ‘sciupafemmine’ già navigato nel profondo mare della seduzione.

Continua a leggere

La fine del calcio italiano, Marco Bellinazzo [Feltrinelli 2018]

La sera del 13 novembre 2017 è una serata nera, perché segna l’esclusione della nostra nazionale di calcio dai successivi mondiali del 2018. La nazionale di Gian Piero Ventura fallisce lo spareggio con la Svezia e per questo il popolo di appassionati dello sport più amato in Italia sarà costretto ad adottare il 15 giugno 2018 un’altra squadra da sostenere e tifare.

Continua a leggere

Goal

Il portiere caduto alla difesa
ultima vana, contro terra cela
la faccia, a non vedere l’amara luce.

Il compagno in ginocchio che l’induce,
con parole e con la mano, a sollevarsi,
scopre pieni di lacrime i suoi occhi.

La folla – unita ebbrezza- par trabocchi
nel campo: intorno al vincitore stanno,
al suo collo si gettano i fratelli.

Pochi momenti come questi belli,
a quanti l’odio consuma e l’amore,
è dato, sotto il cielo, di vedere.

Presso la rete inviolata il portiere

– l’altro- è rimasto. Ma non la sua anima,
con la persona vi è rimasta sola.

La sua gioia si fa una capriola,
si fa baci che manda di lontano.

Della festa – egli dice – anch’io son parte.

Umberto Saba