I tuoi genitori

Mêng Yi Tsŭ[1] chiese intorno alla pietà filiale. Il Maestro disse: «Non contrastare!»[2] Come, dopo, Fan Ch’i[3] guidava il carro, raccontandoglielo il Maestro disse: «Mêng Hsüan[4] mi ha interrogato intorno alla pietà filiale ed io gli ho risposto: «Non contrastare!» Fan Ch’i disse: «Che cosa vuol dire?» Il Maestro disse: «Se i genitori vivono, servir loro come si deve; se sono morti, seppellirli e sacrificar loro secondo il rito».

Continua a leggere

Cultura e saggezza [I dialoghi di Confucio]

VII. Tsŭ Hsia[1] disse: «Colui che invece di amare i piaceri, ama la saggezza ed è in grado di esaurire tutta la sua forza, servendo il padre e la madre; che stando in relazione con gli amici ha sincerità di parola; se anche di lui si affermi che non ha coltura, pure io, in vero, dico che è cólto».

Continua a leggere