Il depistaggio cognitivo della società meritocratica

Riproduco di seguito un bell’articolo di Salvatore Cingari pubblicato su Il Manifesto del 10 marzo, il cui senso è ben riassunto in questa frase: “la meritocrazia colpevolizza il povero come demeritevole e deresponsabilizza il ricco nei suoi confronti, con la conseguente “legittimazione etica della diseguaglianza” e la considerazione del talento non come un dono, ma come un motivo per primeggiare sugli altri.”
Vale, tuttavia, la pena di leggerlo per intero..

Continua a leggere

Diario della Quarantena /45 – ripartiamo dallo Stato Sociale

Mentre ancora non si vede la fine della fase 1 di questa tremenda pandemia, già (giustamente) si sta lavorando per passare alla fase 2, quella della ripartenza dopo la chiusura di tutte le attività. Ma non si può ripartire come se nulla fosse successo nel frattempo, perché qualche considerazione sul fallimento del sistema lombardo e americano, su quello che si può identificare come il sistema liberale capitalistico occidentale, dovrebbero indicare dove bisogna investire.

Continua a leggere